Bio MALTA FINA

Bio Malta Fina

MALTA FINA DA ALLETTAMENTO ECOLOGICO A BASE CALCE IDRAULICA NHL 3,5

Il BIO MALTA FINA è una malta naturale di pura calce naturale NHL 3.5 a norma EN 459-1, per l’allettamento e il rincoccio altamente traspirante di murature.

Il BIO MALTA FINA, è una malta di classe M5 specifica per la costruzione, il recupero e il rincoccio traspirante di murature portanti e di tamponamento in laterizio, mattone, tufo, pietra e miste. Interni, esterni

Le murature devono essere pulite e consistenti, prive di parti friabili, di polvere e muffe. I muri d’epoca devono essere puliti accuratamente da residui di precedenti lavorazioni (scialbi, vecchie rasature, ecc.) o salificazioni interstiziali che potrebbero pregiudicare l’adesione. Asportare la malta d’allettamento inconsistente tra i conci murari. Utilizzare BIO MALTA FINA con la tecnica del rincoccio e/o del cuci-scuci per ricostruire
le parti mancanti della muratura in modo da renderla planare. Bagnare sempre i supporti prima della ricostruzione con BIO MALTA FINA. BIO MALTA FINA si prepara impastando 1 sacco da 25 kg con circa 4,8 litri d’acqua pulita. L’impasto si ottiene versando l’acqua nel recipiente e aggiungendo la polvere in modo graduale. La miscelazione può avvenire in betoniera, in secchio (a mano o con agitatore meccanico a basso numero di giri) o con impastatrice in continuo fino ad ottenere una malta omogenea e priva di grumi. Usare tutto il prodotto preparato senza recuperarlo nella successiva miscelata. Tenere il materiale immagazzinato in luoghi protetti dal caldo estivo o dal freddo invernale. Impiegare acqua corrente non soggetta all’influenza delle temperature esterne. La qualità della malta, garantita dalla sua origine rigorosamente naturale, sarà compromessa dall’aggiunta di qualsiasi dose di cemento. BIO MALTA FINA si applica facilmente a cazzuola come una malta tradizionale o con tazza spalmatrice collegata a pompa per malte. Bagnare sempre i supporti prima della ricostruzione con BIO MALTA FINA. Posare in opera la malta con cazzuola a formare il letto di posa, alloggiare l’elemento costruttivo imprimendo leggeri movimenti rotatori fino all’ottenimento del giusto allineamento e posizionamento in quota, asportare la malta in eccesso sul fronte della muratura tagliandola con la cazzuola.