Betongrout 40

Betoncino

MALTA TIXOTROPICA IN CLASSE R4

Ripristino del calcestruzzo e del cemento armato. Riparazioni di pilastri, travi, cornicioni, frontalini di balconi danneggiati per l’ossidazione dei ferri di armatura. Riempimento di giunzioni rigide. Regolarizzazione di imperfezioni superficiali quali riprese di getto, nidi di ghiaia, ferri affioranti, ecc. Rivestimenti in opere idrauliche e canalizzazioni.

Prodotto in polvere costituito da leganti speciali, inerti selezionati, additivi e fibre sintetiche, che, impastato con sola acqua, presenta ottima lavorabilità ed elevata tixotropia. Una volta indurito il prodotto manifesta medie resistenze meccaniche, impermeabilità all’acqua, ottima adesione al calcestruzzo nuovo o da ripristinare (non liscio e precedentemente inumidito) e ai ferri di armatura (precedentemente trattati con malta passivante).

PREPARAZIONE del supporto e della malta • Rimuovere parti deteriorate ed in fase di distacco del calcestruzzo fino a raggiungere lo strato integro, compatto e ruvido. • Pulire il calcestruzzo ed i ferri di armatura mediante sabbiatura, rimuovendo polvere, ruggine, oli, grassi, efflorescenze, vernici, ecc. • Bagnare il sottofondo con acqua fino a rifiuto, quindi rimuovere l’acqua in eccesso o attenderne l’evaporazione. • Applicare una prima mano di malta passivante per ferri a pennello sull’armatura metallica a vista e una seconda mano anche sul calcestruzzo da ripristinare. • In betoniera: versare in betoniera dai 4 ai 4,5 litri di acqua per ogni sacco, in base alla consistenza desiderata (applicazione a cazzuola o a spruzzo) ed aggiungere lentamente e in maniera continua. Lasciare mescolare per 1-2 minuti fino a quando l’impasto non risulti omogeneo, staccare dalle pareti della betoniera la polvere non dispersa e mescolare per altri 2-3 minuti. • A mano: è consigliabile impastare piccoli quantitativi per volta, versando in un secchio la quantità d’acqua necessaria, circa 17% sulla polvere; aggiungere lentamente e in maniera continua. Mescolare per 5-6 minuti, fino ad ottenere un impasto omogeneo. Impastare a mano può richiedere una quantità d’acqua maggiore che andrebbe ad alterare le caratteristiche meccaniche del prodotto. APPLICAZIONE • Applicare il prodotto a mano (premendolo bene sul supporto) o con macchina intonacatrice idonea in uno spessore di circa 2 cm, avendo cura che il sottofondo sia stato fortemente irruvidito. Per spessori maggiori utilizzare dei ferri di contrasto (realizzando un copriferro di almeno 2 cm) o procedere ad una mano successiva da applicare fresco su fresco. • Nel caso in cui il 1° strato sia già asciutto, assicurarsi che sia ruvido ed inumidirlo prima di applicare il 2° strato. • Su supporto asciutto e pulito applicare in alternativa: il rasante speciale per calcestruzzo o la guaina cementizia.